Come eliminare la ruggine dal termosifone? Vediamo come su Caminisulweb.it

I termosifoni, soprattutto quelli in ghisa, sono soliti rovinarsi con il tempo. Il primo segno di cedimento che mostrano, a livello estetico, è la ruggine. Questa si forma appunto col tempo, e crea un effetto sgradevole alla vista. Possiamo però rimediare a tale condizione, se sappiamo come operare. Dovremo pulire il termosifone, e poi dipingerlo. Armiamoci quindi di buona pazienza, e proseguiamo nella lettura di questo articolo per saperne di più. Dobbiamo considerare che tutte le operazioni elencate vanno eseguite a termosifone spento. Deve rimanere tale per almeno un paio di giorni dopo che è stato verniciato, per dare modo allo smalto di asciugare e attecchire al meglio. Con il calore questo sarebbe praticamente impossibile, inoltre il caldo tende a spaccare la vernice, vanificando tutti gli sforzi. Assicuriamoci anche di svuotare l’acqua, per evitare che eventuali perdite colino sulla vernice fresca.

Per prima cosa dovremo operare una pulizia preliminare del termosifone. Quello che ci occorre in questo caso è:

  Un panno umido;

  Della carta vetrata con grana di almeno 120;

  Carta di giornale;

  Il nastro carta;

  E infine dell’ammoniaca.

Puliamo bene la superficie con ammoniaca e un panno umido, eliminando la polvere. È meglio staccare il termosifone dal muro, ma se decidiamo di lasciarlo posizionato dove è sarà bene coprire il pavimento con della carta, e il muro con il nastro adesivo. Eliminiamo poi la ruggine con la carta vetrata, o delle spazzole abrasive.

Passiamo poi alla verniciatura. Avremo bisogno di un pennello piatto angolare, un antiruggine e uno smalto ad acqua apposito. Daremo la prima mano di antiruggine. Bisogna applicarlo con cura e lasciarlo in posa per 24 ore, al termine delle quali possiamo passare lo smalto (ci sono anche vernici che contengono antiruggine). È semplice da usare, e si possono raggiungere tutti gli interstizi con il pennello apposito. Se necessario possiamo valutare di dare una seconda mano di colore, trascorse almeno altre 24 ore dalla stesura dello smalto ad acqua. Anche in questo caso dovremo aspettare un giorno perché asciughi.

Se hai bisogno di ulteriori informazioni è possibile consultare Caminisulweb.it internet dedicato all’argomento.