Scaldavivande da tavolo: quando e perchè potrebbe essere utile?

Lo scaldavivande è uno strumento che conosciamo ormai da anni e che è popolare proprio per la sua utilità tra coloro che si trovano spesso costretti a mangiare fuori casa. In effetti lo scaldavivande ha l’obiettivo principale di mantenere in caldo o di riscaldare dei pasti precedentemente preparati e di poterli poi consumare quando siete fuori casa. In commercio ci sono vari tipi di scaldavivande, pensati per chi ha la necessità di mantenere solo in caldo i vostri passi, o alcuni che invece sono dotati di un sistema che permette di riscaldarli. Di solito si fa la distinzione tra modelli passivi e attivi, che sono i due a cui abbiamo appena accennato, e i modelli ibridi che sono una combinazione delle funzioni dei due precedenti. Non molti però sanno che ci sono alcuni modelli di scaldavivande che possono essere utilizzato anche a casa, ed essenzialmente per riscaldare i pasti direttamente a tavola. Si tratta per l’appunto degli scaldavivande da tavolo, che si utilizzano per evitare di alzarsi da tavola per riscaldare le varie portate e servirle. Gli scaldavivande da tavolo possono essere realizzati in diversi materiali, ci sono quelli in acciaio, in pietra lavica, o ancora i modelli a lumini, ad acqua o a raggi. I modelli in acciaio sono quelli più comuni, semplici ed efficienti; invece quelli in pietra lavica sono comodi perchè possono funzionare anche senza la corrente elettrica.  Gli scaldavivande da tavolo a lumini invece prevedono una sorta di vassoio contenitore in ghisa o in ferro smaltato, dentro il quale si trovano dei lumini di cera su cui si appoggia il vassoio scaldavivande che provvederà a riscaldare il cibo. I modelli ad acqua, come probabilmente avrete già capito, funzionano sfruttando la presenza di un contenitore in cui si trova dell’acqua che bolle e che allo stesso tempo riscalda. Infine, abbiamo i modelli a raggi infrarossi sono adatti per scaldare il cibo già posizionato all’interno di piatti e tazze oppure all’interno di pentole. Se siete incuriositi da questo strumento e volete saperne di più, vi invito a consultare la guida che trovate sul sito www.migliorescaldavivande.it dove ci sono alcuni articoli dedicati.